cerca

Coazione alla trasgressione (dopo aver letto Culicchia)

12 Maggio 2009 alle 09:45

Ho appena finito di leggere l'ultimo romanzo di Culicchia "Brucia la città". Le recensioni che leggo in rete (a parte Camillo Langone) non sono molto lusinghiere. Peccato. In realtà, merita di essere letto, magari non perché sia un capolavoro, ma di sicuro perché è talmente crudo da costringere alla riflessione. Per quel che mi riguarda, ho provato un fastidio profondo verso la coazione. I protagonisti non sono liberi, mai. Non scelgono la trasgressione, ne sono travolti. L'abuso di droga, il sesso nelle sue sfumature più umilianti, la parodia dell'amicizia e quella dell'amore, l'omicidio, il suicidio rientrano nella "normalità", vengono subiti, mai scelti. Se i genitori di questi squinternati hanno optato per vite "alternative" tra filosofie orientali, divorzi, bed & breakfast, atelier di moda, rifiutando gli schemi di una tradizione che nel frattempo anche grazie a loro, è sparita, i "poverini" non hanno alternative. Nessuno ha spiegato loro che si può vivere diversamente. Talora, in un barlume, raro, di lucidità, pensano di potersi disintossicare, pensano di poter costruire un rapporto d'amore, ma i pallidi tentativi sembrano più dei riflessi condizionati, dei residui fossili di un tempo che non c'è più. Non conosco il mondo descritto da Culicchia, ma sono certo che, se esiste, coloro che hanno impedito a questi ragazzi di scegliere, abbiano commesso il più atroce dei delitti. PS: Nel libro è derisa la presunta creatività che deve sfoggiare ogni giovane che si rispetti. Ulteriore retaggio dell'"immaginazione al potere", tutto viene sacrificato a questa divinità. Per la creatività si abusa del proprio corpo, si rinuncia al proprio avvenire professionale, ci si trasforma in deejay tossicomani, in artisti sciatti depressi suicidi, in creatrici di borsette in carta di riso, o, in cameriere, che in realtà fanno le artiste. E a scrivere una recensione po' ci si vergogna...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi