cerca

Riflessione un po' a scoppio ritardato/2

7 Maggio 2009 alle 20:45

Sono d’accordo con lei. A me tutta questa storia piace poco. Ottima la performance di Berlusconi a porta a porta: è un dato “oggettivo”. Detesto i moralismi a sinistra, una cosa inconcepibile, non mi dilungo altrimenti mi escono parole da Tamarro. Però, minchia, anche gli amici dell’amor loro, far passare tutto questo come la modernità è essere fuori di senno. Poi come tutti sanno e fingono di non sapere l’Italia è il paese dei vizi privati e delle pubbliche virtù. Questo è quello che siamo. Ridicolo l’avvenire che bacchetta Berlusconi (io sono cattolico), ben sapendo che la Sacra Rota annulla matrimoni anche dopo vent’anni. Il femminismo di maniera attacca Berlusconi perché è un mascalzone sciupa femmine che lascia la povera moglie a far la calza mentre lui fa il galletto! Purtroppo ho tendenze etero tuttavia vorrei sposare Berlusconi e attenderlo nella villa di Macherio. Poi faccia quel cazzo che vuole! A me interessano solo due cose dai politici: programmi chiari e attuazione dei programmi. Punto. Il resto è noia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi