cerca

Maggiore età

27 Aprile 2009 alle 18:00

Recenti casi di bullismo, di atti vandalici e di gravi incidenti automobilistici la cui responsabilità è attribuibile agli adolescenti dovrebbero indurre a riconsiderare il limite giuridico della maggiore età. Dal 1975, anno in cui è stata fissata a 18 anni, si è assistito a un'evoluzione negativa della maturità dei giovani. E mentre allora una persona intorno ai vent'anni era già in grado di assumersi responsabilità verso la società e dimostrava una maturità tale da poter essere definito "uomo", oggi l'adolescenza si è allungata a dismisura in modo tale che anche i trentenni vengono definiti "ragazzi". Credo che pertanto si dovrebbe elevare il limite per essere considerati maggiorenni davanti alla legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi