cerca

Il signor Barwuah...

22 Aprile 2009 alle 15:45

Necessaria premessa. Sono interista e, come tale, considero i giochetti di Balotelli alla stregua di quelli di Ibra o Cristiano Ronaldo. Evidentemente fastidiosi per gli avversari, ma se un giocatore in campo (non in allenamento) supera un avversario o "tiene palla" con abilità tecnica, credo si chiami semplicemente...calcio. Certo, Balotelli, secondo i detrattori "non ha ancora vinto nulla", "non ha dimostrato nulla", "è solo arrogante". Ciò premesso, trovo interessante leggere il comunicato dei Drughi, sul loro sito ufficiale, nel quale si possono trovare frasi del tipo "il signor Barwuah, noi preferiamo chiamarlo così perchè questo è scritto sui suoi documenti, visto che il cognome Balotelli, almeno fino ad ora, è quello della famiglia che l'ha avuto in affido e non il suo", oppure "è chiaro che per deconcentrare una persona psicologicamente debole, si cerca di colpirla dove soffre di più, in questo caso, per il signor Barwuah il colore della pelle unita alle sue origini, inteso come concepimento da parte di due genitori ghanesi, e non italiani, era un modo, da parte di tutto lo stadio, per tentare di innervosirlo e renderlo innocuo". Illuminante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi