cerca

Riflettere sul suicidio Tatafiore

21 Aprile 2009 alle 10:30

Sabato 18 aprile la lettrice Chiara Atzori ha espresso i suoi sani dubbi sul suicidio Tatafiore. Il direttore ha risposto scrivendo che un giornale non deve rimuovere i fatti, e che spera che la riflessione su questo suicidio prosegua. Le riflessioni pubblicate finora però hanno lasciato assai perplessi molti di noi lettori, mi pare. Celebrazioni sono state, non riflessioni, gli articoli del Foglio e di altri giornali. Celebrazioni di un atto definito libero, ma che pretende di darci una lezione, di essere "culturalmente incisivo", come ha scritto la Atzori. E che quindi ci lascia un po’ meno liberi di prima. Da oggi in Italia il suicidio è diventato un po' più accettabile. L'attacco della Tatafiore all'eccezione italiana è andato a segno. E proprio il cedimento decadentistico del Foglio è una delle maggiori vittorie della Tatafiore. Forse La Tatafiore aveva individuato un punto debole, la maglia che non tiene nella battaglia culturale pro-cristiana del Foglio? Forse aveva individuato il lato decadente e dilettante del Foglio? Forse aveva intuito una sotterranea corrente anti-cristiana del Foglio? Io penso di sì. Continuerò a leggere il Foglio, ma con una misura di diffidenza in più. Questo suicidio programmato e recitato fino in fondo, questi tre mesi di tetra solitudine in contatto con la morte documentati in un diario che molto probabilmente verrà pubblicato, la certezza che dietro questo suicidio non ci sia alcuna stata sofferenza umana individuale, ma solo "sofferenza" filosofica e ideologica, questa volontà di insegnare e di istruire gli altri (penso che, come me, molti lettori si siano sentiti invasi nello spazio privato della mente da questo suicidio), tutto questo è diabolico. E dispiace ancor di più che sia stata una donna a fare tutto questo. Forse è arrivato il momento di arrabbiarsi un po' con questa donna, con questa Tatafiore. Io sono francamente incazzato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi