cerca

Suicidio a Venezia

17 Aprile 2009 alle 08:00

Un mio amico architetto, dopo aver salutato tutti gli amici come se si dovessero incontrare il giorno dopo per lo spritz, è andato nel suo studio, si è messo un sacchetto di nylon in testa e si è ucciso, senza lasciare alcun messaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi