cerca

I SENZATETTO IN TENDA

14 Aprile 2009 alle 13:55

Vedo in TV le immagini dell’Abruzzo ferito e delle tendopoli in cui vengono ospitati i senzatetto. Con il freddo e la pioggia di questi giorni le condizioni di vita quotidiana di queste persone sono veramente penose. Non sono il Santoro o il Travaglio di turno e mi guardo bene dal criticare la macchina dei soccorsi, però mi pongo una domanda. Credo che in tutta Italia ci siano decine di migliaia di camper o motorhome da noleggiare. Perché non si fa un censimento di questi mezzi e non si obbligano i proprietari a metterli a disposizione in caso di calamità? Perché non si istituisce un elenco di potenziali conduttori volontari di questi mezzi? (Non dimentichiamo che il volontariato in Italia è costituito da centinaia di migliaia di persone). Io dico che due ore dopo il sisma si sarebbero mosse in direzione Abruzzo intere colonne di camper. In un camper si vive infinitamente meglio che in una tenda. E’ un mezzo a misura di famiglia. E’ dotato di riscaldamento, piano cottura e piccolo bagno. Le famiglie potrebbero stare nei pressi della propria casa. Ovviamente si sarebbero indennizzati i proprietari di questi mezzi. Perché non ci ha pensato nessuno? Ci si può pensare adesso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi