cerca

Tutto qua.

13 Aprile 2009 alle 19:45

Il giorno dopo le esequie sinceramente si ha poca voglia di parlare (scrivere, pardon). Si preferirebbe il silenzio. Eppure ci si rende conto che qualcosa andrebbe pur detta. E infatti, c’è giustamente chi qualcosa la dice. Uno è Toni Capuozzo. Il suo articolo è splendido. Tutto qua. Nemmeno noi (io) siamo persone da funerali. Anche noi (io) manchiamo della faccia adatta. Anche noi (sempre io) ammiriamo la struggente compostezza del dolore degli Abruzzesi (cui tecnicamente, se non altro in termini di ascendenza, considerato un nonno-quasi-padre nato e cresciuto a Fano Adriano, provincia di Teramo, apparteniamo). Tutto qua. Ma siccome, l’abbiamo già detto, oggi la voglia di parlare (e di scrivere) è poca, il nostro personale commiato lo affidiamo alle parole di uno che sa scrivere parecchio meglio di noi. Il signor McCarthy. La strada. " Nessuna lista di cose da fare. Ogni giornata sufficiente a sé stessa. Ogni ora. Non c'è dopo. Il dopo è già qui. Tutte le cose piene di grazia e di bellezza che ci portiamo nel cuore hanno un'origine comune nel dolore. Nascono dal cordoglio e dalle ceneri. Ecco, sussurrò al bambino addormentato. Io ho te. " Tutto qua.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi