cerca

Servillo, il divo

10 Aprile 2009 alle 11:00

“Il Divo” contro “Gomorra” anche ai David di Donatello. E’ un caso che in entrambi primeggi Toni Servillo? Visto in “Le conseguenze dell’amore” (un’interpretazione capolavoro) e in “La ragazza del lago”, secondo me è un gigante. Movenze lente, gesti minimi. Da divo americano. Sguardi e battute fulminanti. Sembra ottenere grandi risultati con il minimo sforzo. Impareggiabile, se continua così. E non solo in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi