cerca

Tutto il mondo è paesaggio

8 Aprile 2009 alle 16:15

Non riesco a comprendere in che senso la tutela del paesaggio implichi di per sè "problemi di sovrappopolazione, densità demografica, immigrazione". A me sembra implichi problemi di educazione, cultura e, alla peggio, decoro. A meno che, certo, non si parta dalla idea che per "migliorare il paesaggio" sia necessario "eliminare l'uomo" per lasciare che la natura, o chi per essa, faccia il suo corso. In tal caso, in effetti, ci sarebbe un problema di sovrapopolazione o, anche solo, di popolazione. Non vorrei che, a lungo andare, poi, si corra il rischio che non resti più nessuno a goderselo, il paesaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi