cerca

C’era un tempo

5 Aprile 2009 alle 08:00

C’era un tempo neanche troppo lontano nel quale l’uomo si identificava in Gary Cooper, Wayne, Peck, Lancaster, Kirk Douglas. Infine nel primo Eastwood (anche l’ultimo, quello di Gran Torino non scherza). Si sentiva eroe, salvatore, guida. Questa figura “cinematografica” antipatica e onesta che riscontravo da piccolo nei nostri padri si è appannata ed è stata sostituita dall’antieroe, dal mezzo uomo che per sopravvivere diventa simpatico e furbo, quindi falso. Quello delle commedie all’italiana per intenderci. E’ ora di tornare all’antico, di riportare il treno al suo binario. Quello è il mondo che ho ereditato da mio padre, quello è il mondo che credo debbano ereditare i miei figli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi