cerca

Sandro Bondi e il presentatore collettivo

31 Marzo 2009 alle 17:30

Non so se avete visto Bondi da Fazio, domenica sera. Un match impari, con Fazio che interrompeva, incalzava, mostrava apertamente tutto il suo disprezzo, e Bondi inerme che incassava e, alla fine, soccombeva. Roba da dare ragione al direttore Giuliano Ferrara e al suo ritiro dalla tv. Ebbene, a essere al posto di Bondi c'era da tirare fuori il lungo catalogo con i santini dei bravi presentatori di prima fascia e porre la seguente domanda: “Il comunismo non ci sarà più, ma com’è possibile che siate tutti, ma proprio tutti, di sinistra, anti-berlusconiani, anti-Bush, pro-Obama, anti-Israele, filo-palestinesi, terzomondisti, ambientalisti, pacifisti, pauperisti, pro-aborto, pro-eutanasia? Tutti con la stessa opinione su qualsiasi cosa, eppure tutti anticonformisti. Dopo il giornalista collettivo è nato anche il presentatore collettivo?"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi