cerca

Profilattico e calcolo delle probabilità

31 Marzo 2009 alle 16:00

L'altro giorno discutendo con colleghi di lavoro mi sono trovato ad essere il solo a sostenere la posizione del Papa riguardo l' effettiva efficacia dei profilattici nella lotta all' AIDS. Poi però ho chiesto loro chi sarebbe disposto ad avere un rapporto sessuale occasionale, usando il profilattico, con una persona la quale poco prima del rapporto rivelasse di essere sieropositiva. Ebbene, tutti hanno ammesso che, in quel caso, nonostante il profilattico, essendo coscienti di trovarsi di fronte ad un pericolo reale ed imminente di contagio, sarebbe meglio non rischiare e la soluzione più sicura sarebbe evitare il rapporto con quella persona. Questo dimostra che, nella lotta all'AIDS, l'astinenza è una risposta più realistica e di buon senso rispetto a quella basata su un semplice calcolo delle probabilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi