cerca

Il papa e le controproducenti soluzioni etiche

30 Marzo 2009 alle 20:45

Il pensiero del santo Padre diventa sempre piu' difficile da comprendere. Prendiamo l'esempio del preservativo in Africa. Il preservativo sarebbe controproducente per la salute dato che la sua efficacia non e' assoluta, ma relativa. Incentiverebbe insomma, il libertinaggio. Pensiero, a mio modo di vedere, totalmente fuori da un pragmatico "buon senso" (invero virtu' pagana). Comunque sia, se si applicasse questa "logica" al problema del sostamento del clero si arriverebbe a risultati sorprendenti. Il famoso 8 per mille devoluto alla chiesa cattolica non basta a tutti i suoi bisogni economici, anzi, farebbe si che il cristiano non praticante con quella firma si senta sicuro di aver provveduto alla sua chiesa. Sarebbe - come il preservativo una parziale ed in definitva "falsa" soluzione. Molto meglio incentivare i fedeli a donare spontaneamente - di tasca propria - il necessario per la sopravvivenza della chiesa. E se per l'aids si dovrebbe predicare la castita' assoluta e non il "male minore" altresi' per il sostentamento dell'istituzione chiesa andrebbero incentivate le volontarie, spontanee, erogazioni dei credenti rifiutando (e non pubblicizzando piu') la falsa soluzione dell'"otto per mille".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi