cerca

Mansour, rinsavisca!

25 Marzo 2009 alle 19:45

Come si fa a esser milanisti e plaudire alle imprese del portoghese allenatore di Setùbal? Leggo sempre con interesse gli interventi di Daniel Mansour ma questa volta sono caracollato dalla sedia! La fede è sempre manichea, non ammette intrusioni di dubbi o cooptazione di nemici. O s'è col diavolo rossonero o si è con il portoghese nerazzuro. Nella concezione fideistica non v'è spazio per sfumature d'orizzonte, bisogna esser portatori di certezze granitiche. Una di queste è che il Milan non si venera con empatie di truculenti allenatori di sponde avverse. Caro Mansour, rinsavisca, scacci i malefizi morattiani e torni integralista dai cromatismi rossoneri chè qui già defenestrano Sua Santità nostra guida teutonica, che ci risparmino almeno il voltagabbanismo per le imprese della sfera di cuoio. Non si può amare la moglie e avere l'amante, Clemente Rebora decantava: urge dire si o dire no a qualcosa che so. Mansour torni tra noi altrimenti va a finire che di strappo in strappo metterà pure la croce sulle velleità democratiche in forma di partito. Con affetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi