cerca

Quel vecchio slogan

24 Marzo 2009 alle 18:00

Per la cerimonia degli addii Gianfranco Fini avrebbe potuto tirare fuori dal cassetto un vecchio slogan: 'Non rinnegare, non restaurare'. Lo gridarono a due voci Almirante e Romualdi alla nascita del Msi. Forse quello slogan onesto lo aveva in mente anche il compagno Pajetta, il partigiano 'Nullo', quando nel 1984, volle abbracciare il camerata Almirante che, solo e senza scorta, era andato a rendere omaggio alla salma di Berlinguer. Non era mai successo prima. Altri uomini. Altri tempi. Perchè la storia, a destra e a sinistra, ha poi preso binari diversi. Per Fini c'è stata Fiuggi con il cambiamento del nome della ditta. E l'inizio di un nuovo percorso. Per il giorno degli addii, dello storico colpo di spugna, di qualche lacrima nostalgica, per l'ultimo atto prima delle fine però quell'onesto 'non rinnegare, non restaurare' non sarebbe stato fuori luogo. Se non altro per stare in pace con la coscienza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi