cerca

Preservativi esilaranti

23 Marzo 2009 alle 20:00

Ma insomma che cos'è tutta questa cagnara sui preservativi? Io lo detesto come donna non solo per pregiudizio morale ma anche per procurato senso del ridicolo. Un uomo col preservativo è come un albero con il cappotto, mica scherzi. Sono cose da rimanerci secchi, inestetismi che nemmeno gli abiti di D'Alema. Il preservativo rappresenta gesto vile e oltraggioso per minimi rapporti di tenerezza e sentimento, il condom svilisce emozionalità che dovrebbero ardere di luce naturale. Qui non si tratta di stigmatizzare Papa Benedetto o idolatrarlo, la problematica verte sull'incongruità dell'attrezzo piuttosto che sulla sua artifiziosità. Vabbè che oramai la vita è esilarante rappresentazione scenica, ostentazione di superflui edulcorati, ma l'essenza dell'invettiva contra preservativum risiede nell'arte della seduzione che rifiuta canoni improbabili. Dovrebbero esiliare i preservativi in ghetti d'irrisione continuata, sinceramente non capisco come possano farsi crociate sull'utilità incommensurabile di lattici senza pathos. Sarò all'antica, praticherò sessualità d'antan, ma a me quel pezzo di gomma ripugna. E provo sollievo che l'eletto al soglio di Pietro arrivi per strade diverse alle medesime conclusioni: no al preservativo, si all'amore. Le vie del Signore sono infinite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi