cerca

Onda guerrigliera

20 Marzo 2009 alle 16:00

Finalmente un ministro della Repubblica che nomina con minuzia di definizione moti di protesta estranei al dibattito civile. Guerriglia. Questo è stato alla Sapienza. Chapeau Brunetta. Continua a menar fendenti sulle ipocrisie nostrane, spero che tu riesca nell'improba impresa di debellare i falsi pudori italici. Intanto salutiamo con letizia concetti che erano banditi dal vocabolario studentesco. Guerriglia. Appunto. Ora ti diranno che sei fascista, ti paragoneranno a Scelba, penseranno che sei un illiberale. Invece hai solo tolto il velo al tabù nostrano di non proferir parola contro gli studenti, quelli che di universitario hanno solo una mera iscrizione. Perchè l'azione dell'Ateneo romano è da iscriversi alle più corrive proteste dalla mano facile, dal cazzotto perentorio. Forse l'università andrebbe riqualificata nel suo senso civico oltrechè nelle manifestazioni di virulenza gratuita. Per quello che può valere, caro ministro, il mio plauso per le dichiarazioni rese e un fervido augurio di ribaltare il Paese dalla pura concettualistica retorica che tanto distingue certa sinistra barricadera e non. Meritiamo una nazione migliore. Che l'Università torni ad esser universitas studiorum dove guerriglie di villani possano trovar binario morto. Intanto godiamoci Brunetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi