cerca

La profezia di Chesterton

18 Marzo 2009 alle 18:02

Torno turbato da un giro virtuale sul sito del Corriere della Sera dove i commenti dei lettori alle affermazioni del Papa sull'aids in Africa sono infarcite di riferimenti al Medio Evo, all'Inquisizione ed in generale alle tenebre che emanano da una chiesa che si accanisce contro lo strumento di liberazione delle masse, il preservativo. Forse aveva ragione Chesterton: si dovranno accendere fuochi e sguainare spade per dire che se sei fedele ad una donna sola hai un rischio molto inferiore di contrarre l'aids rispetto a chi, per condanna sociale o libera scelta gaudente, pratica la promiscuità sessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi