cerca

Su Mancuso, la fede e la libertà

10 Marzo 2009 alle 18:45

Vito Mancuso, la cui qualifica di teologo cattolico continua per me ad essere un mistero, non ha alcun dubbio nell'affermare che non c'è fede senza libertà, ove per libertà si intenda l'esercizio del principio di autodeterminazione. Un cristiano che voglia dirsi tale e che voglia laicamente pensare ed agire, da uomo moderno, è uno che decide della propria vita seguendo la propria coscienza. Punto e a capo. Ora che questa antropologia corrisponda ad una visione moderna e laica dell'uomo, e che Mancuso e altri presunti teologi cattolici siano liberi di farla propria, nulla quaestio. Ma che costoro vengano a dirci, nel mentre parlano da teologi, che quella è o dovrebbe essere l'antropologia cattolica, beh, con tutto il rispetto lorsignori forse farebbero meglio a cambiare mestiere. E magari anche, approfittando della Quaresima, a farsi un bell'esame di coscienza: con una buona guida spirituale scoprirebbero che la tanto sbandierata libertà di coscienza o principio di autodeterminazione che dir si voglia, altro non è che l'esatta traduzione, a livello culturale, di ciò che la Chiesa da sempre indica come peccato originale: il desiderio dell'uomo di elevarsi a dio di se stesso, decidendo lui ciò che è bene e ciò che e male. Un cristiano, caro Mancuso, è chiamato a vivere come Cristo, nè più nè meno. Almeno su questo spero sia d'accordo. Ora tutto sta a vedere se Cristo ha vissuto in base al principio di autodetrminazione e seguendo la propria coscienza oppure no. A me pare di no. In tutta la sua vicenda terrena Gesù di Nazareth ha vissuto facendo la volontà del Padre, non la propria. Certo non come un automa o un burattino, le tentazioni nel deserto e soprattutto l'agonia nel Getsemani lo dimostrano; resta però il fatto che Cristo non ha vissuto per se stesso ma in tutto e per tutto ha liberamente obbedito alla volontà del Padre. Domanda: è stata sì o no, quella di Cristo, una vita degna di questo nome?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi