cerca

Questioni demografiche

6 Marzo 2009 alle 08:00

Io ho 45 anni e ho passato gli ultimi 20 ad accudire la mia parte di patrimonio demografico che ho donato alla Nazione (per la cronaca 5 figli). Nel frattempo ho anche lavorato, passando dal tempo pieno al part-time, prendendo dell'aspettativa poco o niente pagata e non valida a fini pensionistici. Mi sembra di aver contribuito alla Questione Demografica del mio Paese e di meritarmi di arrivare a 87 anni passandone qualcuno di meritato riposo a scrocco dei contributi dei miei figli. A 60 voglio potermi godere qualche annetto tenendo i miei nipoti per lasciar lavorare le mie nuore. E' troppo chiedere che -almeno- si valuti se una donna ha contribuito a rinverdire le sorti demografiche dell'Italia prima di constringerla a lavorare fino ai 65 come gli uomini (con figli o meno) e le donne senza figli che NON hanno speso gran parte della loro gioventù a crescerli? Pensare di anticipare 1 anno l'età pensionabile per ogni figlio avuto? La media italiana è di poco più di un figlio e non dovrebbe "costare" troppo....!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi