cerca

Quando sono i cittadini a chiedere le riforme

6 Marzo 2009 alle 07:00

L’economia mondiale affonda e da noi si discute se sia giusto portare l’età pensionabile delle donne a sessantacinque anni, peraltro in ossequio a quanto previsto dalla normativa europea. Come dire che i barbari entrano in Costantinopoli e i saggi sono riuniti in conclave a discutere del sesso degli angeli. La cosa che stupisce ancor più è che dopo che la maggioranza ha avuto una botta di coraggio nell’avanzare la proposta, ora sembra stia facendo marcia indietro sotto la minaccia truculenta di un sindacato sempre illuminato e riformista nelle sue posizioni. La stessa cosa è successa giorni fa circa la regolamentazione del diritto di sciopero nel settore dei trasporti. Mi chiedo quante persone ci siano in Italia, nel centrodestra e nel centrosinistra, che non ritengano necessarie queste due riforme, anche per adeguarci ai paesi più evoluti. Eppure succede che le cose non si fanno, a dispetto di quello che accade intorno a noi, in Europa e nel mondo .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi