cerca

Amore/11

5 Marzo 2009 alle 11:15

Gentile Sig.ra Cafararo, sono d'accordo con lei. Anch'io, padre di due bimbe, al suo posto mi comporterei allo stesso modo. Ma la sua dolorosa vicenda personale - con il suo esito positivo - c'entra molto poco, mi permetta, con i temi di cui si discute; in questo modo si fa soltanto confusione. I suoi figli non erano affatto senza speranza, come Eluana; lei ha potuto comunicare con loro per quei lunghi mesi, mentre il sig. Englaro ha invano atteso un cenno di risposta dalla figlia per 17 lunghissimi anni. Può darsi che in una situazione simile Lei si comporterebbe diversamente, ma non credo che Lei stessa possa, in piena onestà intellettuale, affermarlo con convinzione: l'amore conduce, si sa, a negare se stessi e le proprie idee per il bene dell'altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi