cerca

Amore/8

4 Marzo 2009 alle 16:15

Non capisco perché l'amore del signor Englaro debba essere così sconfinato da non fermarsi al destino di sua figlia ma tradursi in scelta pubblica obbligatoria di cui, fino a ieri, non sentivamo la necessità. I personaggi di "Million dollar baby" e "Un cuore in inverno", benché di fantasia, nel prestarsi a porre fine ad un'altra vita, hanno il coraggio e la responsabilità di una azione diretta, non vivono la morte per procura di un congiunto o di una persona cara e soprattutto non lanciano proclami, tali da costringere le istituzioni a giustificare legalmente la propria scelta e farne vulgata corrente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi