cerca

Il caso Williamson

2 Marzo 2009 alle 14:45

Il lefebvriano Williamson ha chiesto scusa per le sue folli teorie negazioniste, ma la Chiesa e il Papa gli hanno risposto che "non basta": ben altre sono le condizioni a cui deve sottoporsi per ottenere il perdono e l'eventuale "pieno" reintegro nella Chiesa. Chi glielo racconterà ora all'opinione pubblica che per giorni e giorni è stata bombardata dai commenti di giornalisti, intelletuali (auto proclamati) e politici che nel migliore dei casi hanno mostrato ignoranza e pregiudizio, nel peggiore viltà e disonestà intelletuale. Vuoi vedere che adesso accuseranno la Chiesa (e il Papa) di essere intransigenti e di non concedere perdono a chi glielo chiede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi