cerca

Dignità della vita

2 Marzo 2009 alle 18:30

Ma quand'è che siamo scivolati dall'idea che la vita che viviamo è degna o meno non per il bene o il male che facciamo, nelle condizioni che ci sono date, ma per la salute, l'intelligenza, l'autonomia, la perfezione o l'imperfezione che ci sono capitati? Dicono: ma io decido per me stesso, tu decidi per te stesso, io a te non impongo niente, tu invece vuoi imporre a me la tua visione. Non è così semplice, nessuno è un'isola, viviamo in una società, il pensiero e lo sguardo che uno ha su di sè è lo stesso che ha sul suo prossimo, ciò che tu pensi di te stesso ha effetto anche sugli altri. Se tu dici: io considererei non degna di essere vissuta la mia vita se diventassi gravemente disabile, e voglio essere libero di farla finita nel caso mi trovassi in quelle condizioni, vuol dire che quando guardi un altro, gravemente disabile, pensi: quella vita non è degna di essere vissuta, che vive a fare? e l'esito di questo pensiero è che alla fine quella disabilità sono solo fatti suoi, e non devono più interpellare nè te nè il resto della società, non solo in termini di costi economici ma anche in termini di accoglienza, di supporto, di amore. Sembra un discorso teorico, non lo è: chi ha avuto nella propria famiglia per esempio un malato di Alzheimer ha toccato spesso drammaticamente con mano come non sia così scontato che, in caso di bisogno, l'assistenza ospedaliera pubblica sia nei fatti così disponibile a farsi carico di malati di questo tipo: "non vale la pena", "questo che ci fa qui" sono pensieri che io ho purtroppo visto serpeggiare nei volti e nei comportamenti di alcuni operatori sanitari. Spingere l'autodeterminazione fino a decidere quale vita sia degna di essere vissuta, e quale no, spalancherà un baratro di individualismo nella nostra società, e quindi di disumanità nel nostro modo di guardare a chi ora, e non in un futuro ipotetico, faticosamente e spesso nel dolore e nella solitudine sta vivendo vite che non considereremmo degne per noi stessi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi