cerca

Non solo bail out

27 Febbraio 2009 alle 09:00

Obama adesso se ne esce con una spending bill di 410 miliardi di dollari, la piu' grande di sempre, che si aggiunge ai vari bail out e stimulus package. Contiene 9.000 earmarks ovvero fondi con destinazione specifica che vanno sostanzialmente a foraggiare i progetti, le promesse elettorali di questo o quel politico. A dire il vero ci si sono tuffati tutti, democratici e repubblicani. Nel lungo elenco puoi trovare fondi pubblici destinati a studiare rimedi per il cattivo odore, per rimuovere i tatuaggi e altre perle di simile urgenza e interesse pubblico. Adesso inizia la discussione sul budget federale che contiene nuove voci di spesa per piu di un trillione di dollari, con la prospettiva di spenderne altri 2 nei prossimi anni. L'idea di Obama e' di finanziare il deficit aumentando le tasse sui piu' ricchi, privati e imprese che guadagnano piu' di $250,000 all'anno, il 2% dei contribuenti che gia' contribuisce al 40% di tutte le entrate e tagliando i costi. Qualcuno pero’ ha gia’ fatto i conti e ha dimostrato che proprio cosi’ non tornano. Allora i casi sono due, o Obama sa benissimo che questo budget non sara' mai approvato e allora vi ha inserito gran parte delle promesse elettorali per far vedere che e' di parola per poi doversi arrendere dinanzi ad una inevitabile bocciatura, o veramente crede che questa politica economica sia sostenibile. Ora, vedendo come ha repentinamente eliminato promesse elettorali scomode per lui, come l’off-shore drilling e la costruzione di nuove centrali nucleari per puntare solo su eolico, carbone, e fotovoltaico… la speranza e’ che sia un abile politico. La speranza e’ che stia facendo marketing politico, questo sarebbe anche comprensibile, ma se invece e’ serio, se il suo sogno e’ quello prima di erogare e poi di sottoscrivere un enorme debito non sostenibile, allora sara’ la madre di tutte le Grandi Depressioni, mondiale e duratura. Forse questo e’ il modo per renderci tutti "uguali"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi