cerca

Che tristezza. Perché non si ride più?

27 Febbraio 2009 alle 08:00

E’ vero che con il passare degli anni si ride di meno, ma mi sono accorto che non sono solo io a ridere meno di un tempo, a me pare che in Italia oggi si rida poco e male. Oggi gli italiani sembra che abbiano perso il senso dell’umorismo, della battuta fulminante. Perché? (Sempre che la mia constatazione sia vicina alla realtà). E’ un problema legato forse alla frenetica velocità delle discussioni? Dobbiamo essere veloci nel chiacchierare per dimostrare chissà cosa e abbiamo fretta di fare la battuta con modesti risultati Nelle discussioni di qualche tempo fa c’erano più tempi vuoti, ma più riflessione e quindi più tempo per sfoderare tutta la propria abilità umoristica. Anche in tv o al cinema si ride con il contagocce. Ci sono quelli che ridono una volta l’anno all’uscita dei “film diNatale”. Ci sono quelli un po’ più snob e ridono per Zelig, trasmissione indovinata e sempre godibile anche se un po’ in declino. Per il resto niente. Meno male che ci sono i quotidiani…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi