cerca

La nutria, la Costituzione e il cloroformio

26 Febbraio 2009 alle 15:15

La nutria è un grosso topo che infesta le campagne padane. E’ un animale che distrugge gli argini dei fiumi, devasta le coltivazioni, porta la leptospirosi: un flagello biblico per i coltivatori. Per questo la collettività ha deciso di darle la morte, una morte quanto più possibile indolore, dato che la nostra è una società civile, che non tollera inutili efferatezze. Basta richiedere alla polizia provinciale il “kit antinutria”, composto da un contenitore stagno ed una bottiglia da un litro di cloroformio, per procurare alla bestiola una “dolce morte”, somigliante a quella dei condannati alla camera a gas. Trattandosi di un grosso topo, le norme della Costituzione non si applicano, in assenza di queste si possono applicare le norme di una società civile, contrarie ad ogni inutile crudeltà. Avete già capito dove voglio arrivare. La nutria muore di cloroformio, senza Costituzione; la Englaro è morta di Costituzione, senza cloroformio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi