cerca

Time expired

20 Febbraio 2009 alle 22:00

Pare che l'ex terrorista Battisti, in una lettera, chieda all'Italia di mostrare il suo lato cristiano e perdonarlo. Sarà il carcere, ma la sortita di questo signore giunge in ritardo: non gli è giunta voce, forse sarà il carcere o la distanza che separa il nostro Paese dal Brasile, che la cristianità in Italia è ridotta a lumicino? Forse gli converrebbe riformulare la sua richiesta appellandosi alla pietas delle corti di giustizia nostrane, che ultimamente sono solite intervenire nei casi di "liberazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi