cerca

Suicidio in diretta

18 Febbraio 2009 alle 13:30

L’addio di Veltroni: “Basta farsi del male, troppa sofferenza, suicidiamoci” La cultura della morte regna sempre, a sinistra. Un’ideologia votata alla morte non può costruire, può de-costruire, distruggere, quello si. Continuano imperterriti a scegliere la parte sbagliata, di qualsiasi cosa si tratti. Sembra lo facciano apposta. E’ come guardare un’arazzo meraviglioso, ma da dietro, dove si intrecciano i fili (esempio preso da Padre Brown). Si difendono gli immigrati, e non gli italiani. Si difendono i criminali, e non le donne che subiscono violenza. Si difendono gli spacciatori, e non gli abitanti onesti dei quartieri malfamati delle periferie delle grandi città Si difendono i gay, e non gli operai. Si difende la cultura dell’aborto, e non della vita nascente. Si difende l’eutanasia, e non i nostri vecchi. La gente poi si sveglia! E ti vota Lega Nord in Emilia-Romagna come da articolo di Cerasa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi