cerca

Radicals

16 Febbraio 2009 alle 14:10

Pare che i radicali siano molto preoccupati di non reggere più il ritmo. Da un lato le grandi battaglie per la morte, la droga, l'aborto, l'eutanasia. Dall'altro l'attenzione a tutti i colpevoli di reato, anche i più abietti, a cui non riescono più a portare conforto a causa dell'aumento esponenziale del numero. Costretti dalla necessità faranno una prima interrogazione al Ministero degli Interni, che può esere così sintetizzata: insomma, vogliamo espellerli o no, tutti questi clandestini?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi