cerca

Testamento biologco

13 Febbraio 2009 alle 11:30

Sento dire in questi giorni da tantissime persone, che scriveranno o lasceranno chiara e inappellabile testimonianza di voler rifiutare qualunque tipo di idratazione o di alimentazione nel caso si troveranno in stato vegetativo. A parte il fatto che di stati vegetativi ce ne sono di tanti tipi in dipendenza dal danno che hanno subito le cellule cerebrali (e già su questo punto voglio vedere cosa diavolo scriveranno), ma queste persone sono così sicure che in quel momento non sentiranno nulla, non avranno alcuna coscienza della loro condizione e passeranno in maniera dolce alla morte? La morte per disidratazione è decisamente brutta e quando ho letto sul corriere i vari gradi di deperimento a cui è passata Eluana in quei tre giorni mi viene la pelle d'oca. Comunque di fronte a tale testardaggine e cotanta illuminata e laicissima volontà di chi non vuol prendere minimamente in discussione queste elementari obiezioni di puro senso comune io alzo le mani e dico "ve bene, mi avete convinto, fate il testamento biologico e cavoli vostri, ognuno è libero di suicidarsi come gli pare". Da parte mia ci penserò due volte a mettere per iscritto ste cose solo per far dispetto a Berlusconi o al Papa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi