cerca

Un ghibellino

12 Febbraio 2009 alle 12:10

Interessante lo scritto guelfi e ghibellini. Per me il punto di partenza è non cosa si intende per vita, ma come si vive in uno stato come quello. Non lo sa nessuno. Io credo, come tutti, che l’intelligenza, le emozioni, la volontà e poi l’anima (per chi ci crede) sono legate ad un corpo. Queste facoltà sono in simbiosi con esso. E’ un dato della nostra sensibilità quotidiana e credo sia oggettivo affermare questo. Bene. Tutti noi sperimentiamo talvolta un dolore: un mal di denti, una colica renale etc.. Quando ciò accade tutto il nostro essere è ripiegato su questo evento. Si è nervosi, scostanti, si lavora male e la sofferenza del corpo ottunde temporaneamente le nostre facoltà. In stato comatoso permanente e irreversibile cosa prova una persona? Non lo sappiamo. Mi sembra ci siano solo due ipotesi: o la persona soffre permanentemente oppure è in uno stato di serenità “accettabile”. Se non prova nulla è già morta. Qui entra in gioco la pietà. Pur non conoscendo la realtà mi sembra più convincente affermare che la persona soffre quello stato: staccare la spina è un atto pietoso. Se la realtà vera, che oggi solo Dio e chi è in quella condizione conosce, non fosse quella allora io sono un delinquente perché dovevo dire “lasciatela vivere”. Viceversa chi ha pensato il contrario e se fosse vera la precedente “convinzione” allora l’appellativo va ad altri. Non basta affermare la vita ad ogni costo se questa implica la sofferenza senza speranza di qualcuno divenendo dei torturatori in nome di un principio assolutizzato. Nè basta affermare soltanto la pietà se non si è consapevoli di poter uccidere. Siamo tutti in bilico su un tema che nessuno conosce nelle sue reali profondità. Non è la solita dicotomia fra Cattolici e Laici: è un tema antropologico che riguarda tutti. Più lieve, o così dovrebbe essere, per chi crede, fra molti dubbi, perché alla fine c’è un Dio che è “amor che move il sole e l’altre stelle”. Franco bolsi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi