cerca

Le comparse e gli attori della tragedia

11 Febbraio 2009 alle 12:00

il comitato "pro_Eluana" cosa farà adesso ??, è in attesa di un'altra Eluana da prendere in cura, sempre con amore si intende. Dario Fo era pronto a marciare contro l'attentato alla costituzione, capito ??, il tentativo di salvare quella poveretta era un attentato alla costituzione. Anche il nobile Benigni, lettore della Divina Commedia, si è associato alle grida dell'attentato, forse questa volta ha recitato lui la commedia, non quella divina, ma la commedia e basta. Il PD ha gridato a tutti lo sdegno per lo sciacallaggio, che tale era considerato il cercare di salvare Eluana. Napolitano che dice "non firmerò" prima ancora di vedere il testo del decreto approvato da una maggioranza parlamentare e quindi valida. Il quotidiano Repubblica che grida per mesi lo sgomento per Eluana attaccata alla macchina, e con lui L'Espresso, L'Unità, Il Corriere della Sera, Le TV. Il Procuratore di Udine che ogni tanto fa capire che farà verifiche, indagini, ma si guarda bene dall'agire. Che dire dei Radicali ?? fanno pena e basta, sono morti che parlano. E i vari comitati Web "per papà Beppino" ?? mi ricordano quelli sessantottini che esercitavano la "vigilanza democratica" nelle scuole e nelle fabbriche, e bastonavano e sprangavano gli sprovveduti che osavano sfidare lo sciopero o l'okkupazione" Ma la beffa piu' atroce e ridicola insieme avviene quando tutti questi zombie si riuniscono e gridano "contro la pena di morte" comminata da qualche giudice secondo la legge vigente in qualche parte del mondo, a qualche delinquente omicida. Allora il comitato "papà Beppino" non difende piu' la legge, ma la attacca, ma solo se la pena di morte avviene in paesi occidentali e non islamici o comunisti. Aprite gli occhi lettori di HydePark, tutti questi umanitari comitati sono comparse, come quelle dei teatri, sono pagati per il loro servizio ideologico

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi