cerca

Il solito CSM

11 Febbraio 2009 alle 18:27

A Ballarò il ministro Alfano ha affermato che Eluana è morta di sentenza. Lo ha fatto senza particolare furore, senza che gli occhi fossero iniettati di sange e come sintesi di un intervento più ampio dove non ha attribuito responsabilità ai giudici, riconoscendo la correttezza della sentenza secondo diritto. Direi che ha espresso una verità inconfutabile: in Italia non esiste una legge per la decisione di fine vita e dunque solo la sentenza ha potuto far si che questa decisione fosse presa. Il CSM protesta e si dice preoccupato per l'affermazione del guardiasigilli. Alcuni membri togati puntualizzano come la sentenza non abbia disposto la morte di Eluana ma abbia semplicemente affermato il diritto del padre di far valere la volontà della figlia. Certo che il politically correct è arrivato ormai a livelli di vera e propria farsa; fino a poco fa si stigmatizzava l'uso di parole che potessero risultare troppo crude come cieco, invalido o negro, adesso aboliamo direttamente i fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi