cerca

I Cristiani perdonano... i nuovi illuministi no

11 Febbraio 2009 alle 14:30

Dichiarazione di oggi: "Che si vada fino in fondo. Quando l'inchiesta avrà chiarito ogni cosa, verrà il nostro turno". Così dice con calma, ma tanta rabbia rappresa, l'avvocato Giuseppe Campeis, che assiste Beppino Englaro e l'anestesista Amato De Monte. Dopo la valanga di accuse che sono piovute e ancora piovono su Englaro e De Monte, il legale ha consigliaro loro di non replicare, di tacere. Dopo di che potrebbe arrivare il momento delle denunce, in sede civile e penale. Contro di chi, per esempio? L'avvocato si limita a dire: "Chi ha parlato di omicidio tutti l'hanno sentito". Vi muoverete anche contro i politici? "L'immunità non è completa, è limitata. E comunque recenti sentenze della Cassazione ci danni dei margini di azione". Vietato chiamare le cose per nome, bisogna per forza, per non essere querelati, usare eufemismi o adeguarsi alle direttive radicali. Chi stona o ha il coraggio di esprimere il proprio libero e sano pensiero oggi rischia. I Cristiani perdonano, gli altri no.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi