cerca

Guai a voi scribi e farisei

11 Febbraio 2009 alle 15:20

Amota iustitia, quid sunt regna nisi magna latrocinia? dice S. Agostino. Ora, che cosa è la giustizia? La Legge, dicono i togati, La Carità dicono i porporati,il senso comune dice la moltitudine. La legge è il diritto del più forte (Trasimaco), persona singola o collettiva, la Carità è indecidibile a parte subiecti(solo a Pietro è stata promessa l'infallibilità,gli altri, discepoli e i porporati, sono fallibili come tutti gli umani) perciò se la questione si deve risolvere ex autoritate, solo il Papa è infallibile, gli altri monsignori o sono in comunione con lui o sono eretici e farebbero bene a tacere, perchè ridendo di essi si ride di tutta la Chiesa. Ieri a Ballarò un prete di molta dottrina (presunta) e di scarsa sapienza, su una questione di capitale importanza ha parlato come un gesuita della casistica barocca, emeticamente, si vis me flere, tibi primum flendum est!.Il senso comune,poi, può essere alterato dai media di comunicazione, che fanno vedere -come i fachiri indiani- arrampicarsi funamboli su corde immaginarie; "I Rinoceronti" di Ionesco andrebbero rappresentati e commentati per spiegare le statistiche di Pagnoncelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi