cerca

Cosa ci insegna/2

11 Febbraio 2009 alle 20:50

La vicenda Englaro ci insegna che dobbiamo ringraziare i padri costituenti, tra i quali c’erano fior di cattolici, per averci consegnato una legge fondamentale in cui i diritti della persona (ad un’esistenza libera e dignitosa) vengono prima di quelli dello Stato. Solo nello Stato etico nazionalsocialista o comunista (e pontificio ?) la volontà della collettività prevale su quella dei singoli, e una legge dello Stato può imporre ad un cittadino cure (compresi i sondini nasogastrici) che egli rifiuta. Chi parla senza cognizione di causa di medioevo, di dittatura sul corpo, di statalismo dovrebbe fermarsi a riflettere (e a leggere). Scorrere poi su Hyde Park messaggi inneggianti alla Chiesa come alfiere di libertà fa un po’ ridere; circa 400 anni fa veniva bruciato vivo a Campo de’ Fiori Giordano Bruno, colpevole di aver manifestato liberamente il proprio pensiero. L’esempio non è pertinente perché è passato troppo tempo ? Considerate che, a quel tempo, il Vangelo era stato annunciato già da 1600 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi