cerca

Paura della morte

10 Febbraio 2009 alle 14:11

Mi chiedo se questa ossessione per la vita a tutti costi, da parte di molti credenti, non nasconda solo una grande paura della morte. Fra le altre cose, il padre di Eluana in un'intervista ha detto: "Eluana pensava che la morte facesse parte della vita, e quindi era pronta ad affrontarla". E' veramente un valore così assoluto il "vivere ad ogni costo"? La vita vegetativa di un corpo che soffre 24 ore su 24 è davvero preferibile a una morte serena? E se una persona non la preferisce ha il diritto di scegliere per sé? Forse sarebbe utile riflettere su queste domande, invece di accusare chi se le pone di essere un potenziale assassino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi