cerca

Eluana per me

10 Febbraio 2009 alle 10:40

Io ho paura. Da quando è esploso il caso englaro ho cominciato a dormire male la notte, ma qst sensazione stasera ha un nome ben preciso, la paura. Sono nata nel 1978 , lo stesso anno della legalizzaione dell'aborto che da giovincella ho creduto una conquista civile. Crescendo ho scoperto che l'aborto veniva ampiamente utilizzato, spesso su consiglio solerte dei medici, per selezionare qll che come me sarebbero nati disbaili. ovviamente non che si tratti di selezione ma solo dilenire il dolore di genitori, parenti e chiunque altro non sia pronto a rapportarsi con il diverso, il non eguale, il subnormale, il brutto. Ho dovuto riscattare la mia nascita, non agli occhi dei miei genitori ma di tante altre persone illuminate, prima con le smorfie, i sorrisi , il diploma e ora con l'impiego. Non bastava che fossi io, solamente me stessa e viva. no, la dignità umana , per chi come me è diversamente sano, va guadagnata ogni giorno, anche con più fatica che per una carriera lavorativa. Pensavo di poter stare tranquilla e invece l'inquietudine è tornata a ricordarmi che qst società non è poi così migliore delle precedenti. Cara Eluana, davvero non eri peggio di me o di quanti si credono migliorni x' hanno una tessera elettorale in tasca, hai solo avuto la sfortuna di imbatterti in persone che salvano i valori ma uccidono le persone. Cara Eluana, che possa ora davvero riposare in pace. A chi si crede salvo solo perché perfetto faccio i miei migliori auguri, ho visto le disgrazie colpire chiunque ma solo i caritatevoli rialzarsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi