cerca

I miei due cent

9 Febbraio 2009 alle 18:45

Sulla scorta dell’esperienza di un parente ammalatosi e poi morto di Alzheimer, vorrei proporre due riflessioni: 1) non mi convince chi dice: bisogna lasciar decidere al padre, che la ama più di tutti. Di fronte alla malattia ed alla sofferenza di chi ami è difficilissimo tenere la barra dritta, si crea un osmosi (di dolore, di desideri) per cui è difficile distinguere tra il dolore di chi ami ed il tuo dolore, tra il tuo desiderio ed il desiderio di chi hai di fronte, tra il sentirsi estenuato anche di fronte alla sola idea di aprire gli occhi un altro giorno con davanti una simile tragedia ed il vero bene dell’ammalato. E’ assolutamente necessario uno sguardo esterno, onesto, giusto e compassionevole, che accolga anche il tuo dolore e ti aiuti a non sovrapporlo a quello della persona che ami; 2) alla fine sei di fronte ad una persona che sembra essere solo il simulacro di chi hai amato: non mangia e non beve autonomamente, non è in grado di svolgere senza aiuto le sue funzioni fisiologiche, ma soprattutto non sa più nè chi è lui nè chi sono le persone che ha intorno: e invece alla fine mi sono accorta, dolorosamente ma con evidenza plateale, che quando sembra che tutto sia perso, quello che resta è il nucleo vero di ciò che ognuno di noi è: un essere umano che ha bisogno di essere amato ed accettato per ciò che è, tanto o poco che questo sia. Infine una domanda a coloro che stanno metaforicamente usando una bilancia, su un piatto della quale mettono l’amore e il dolore dei genitori di Eluana, mentre sull’altro ciò che definiscono principi astratti , ideologici ed in ultima analisi disumani. Perchè sul piatto dell’amore e del dolore non mettete mai ciò che provano quelle donne che si sono fatte faticosamente ed amorosamente carico della vita concreta di Eluana in tutti questi anni? Il dolore di un padre e di una madre è inarrivabile, ma l’amore di queste donne per Eluana ha una realtà, una forza ed una grandezza che non è giusto passare sotto silenzio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi