cerca

Angelo Panebianco e i tre partiti

9 Febbraio 2009 alle 19:22

Angelo Panebianco descrive i due partiti "nemici" nel caso Englaro (quanta paura...!). Tratteggia l'esistenza del terzo partito, quello silenzioso. Lui, però, entra di diritto a far parte del 4° partito, cioè di quel partito che discetta dei primi 2, pensa di far parte del terzo, ma, in realtà, rimane alla finestra mentre sta morendo di fame e di sete (ripetesi, forse non è chiaro: di fame e di sete) un essere umano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi