cerca

Io sono come Eluana

6 Febbraio 2009 alle 20:45

Cosa, nella vita di ciascuno è davvero importante, cosa è assolutamente necessario, senza cui, letteralmente non vivi? Da quando questa vicenda è diventata ancora più stringente continuo a domandarmi perché si sta arrivando a un epilogo di morte, perché tanti intorno a me invocano la fine di Eluana come "Il Bene" per lei, a cominciare da suo padre. Mi guardo; e come uomo rispondo che ciò che mi rende davvero uomo è l'essere amato, l'essere voluto, così come sono, da qualcuno che mi dice: "tu vali di più della somma di tutto quello che sei, delle tue capacità, dei tuoi pensieri, dei tuoi pregi, dei tuoi difetti..... vali perché ci sei, misteriosamente segno di un Altro. Tutto il resto è un di più; camminare, ridere, mangiare, ballare..... tutto. Tutto il resto è un di più perché senza questo amore non ci sarebbe niente altro, sarei come un'armatura, imperturbabile fuori, vuoto dentro, un morto che cammina. Eluana era amata così dalle suore che l'accudivano come una figlia loro; Eluana aveva l'indispensabile di cui aveva bisogno, l'unica cosa che le manca è che anche suo padre la guardi come la guardano le sue "madri", questo è il suo più grande dolore. Niente di ciò che è indispensabile per vivere mi distingue da Eluana, siamo uguali, siamo fatti dello stesso bisogno, e il fatto che è immobile, che non può parlare, che non può fare niente di quella che noi sani chiamiamo vita-degna-di-essere-vissuta, non cambia niente.... non cambia niente. Ridatela alle sue suore e lì sarà davvero in pace, in pace perché amata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi