cerca

Beppino, Eluana e gli avvoltoi

6 Febbraio 2009 alle 20:15

C'è un padre che in diciassette anni non ha saputo o non ha voluto cercare un contatto, una chiave, un mezzo qualsiasi per comprendere, per amare e per servire la sofferenza della figlia. Cosa che invece hanno fatto, senza starci troppo a pensare, delle "insignificanti" Suore Misericordine (guarda caso: cattoliche) di Lecco; cosa che fanno per altro ogni giorno decine e centinaia di genitori italiani con un parente in stato vegetativo. Su questo fallimento comunicativo e relazionale, atroce, tra una figlia che chiede solo amore nella sua forma più pura e un padre e una madre che evidentemente non ne sanno e non ne vogliono (più?) dare, si combatte una vigliacchissima battaglia ideologica che se anche fosse vinta, sarebbe pur sempre fondata su un fallimento. Bella soddisfazione per chi abbandonerà Beppino e sua moglie al loro dolore subito dopo aver portato a termine il "protocollo". Senza Amore si danno solo misere vittorie, davvero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi