cerca

Addio alla Rivoluzione Francese

6 Febbraio 2009 alle 15:20

Addio alla rivoluzione francese! Salutiamo affettuosamente e volendo ringraziamo anche, ma alla fine preferiamo che sia tutto nelle mani di un'unica persona. Al fatto che il Potere Legislativo fosse stato già da tempo assorbito da quello Esecutivo eravamo quasi rassegnati; i pianisti non facevano neanche più scalpore, anzi, l'abilità politica veniva valutata dalle segreterie dei partiti secondo la regola base dell'illusionismo per cui la mano è più veloce dell'occhio. Tocca ammetterlo, non bastavano più le leggi ad personam, si sta per compiere il grande passo, nulla a che vedere col Grande Fratello (quello si realmente appassionante!). Stanno per mettere nelle mani del Re, o dell'Imperatore che dir si voglia, anche il potere Giudiziario. Il "fatta la legge trovato l'inganno" è ormai acqua passata. Serviva qualcosa di più. Aberrante ma ahi mè realista, stanno permettendo all'Esecutivo di compiere quel terribile atto d'imperio e superare la Magistratura. Di questo passo, caro Direttore, mi permetto di consigliare ai precari e alle vittime della crisi, che il mestiere che tornerà in voga sarà solo quello del giullare di Corte. Armatevi di cappelli colorati e scarpe a punta. Che qualcuno intervenga per favore!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi