cerca

Dalla sacrestia alla burocrazia

4 Febbraio 2009 alle 13:15

Un tempo le ragioni inconfessabili restavano sigillate nel segreto delle sagrestie, oggi si delega la figuraccia ai Codici. Un illuminato clinico ci ha infatti spiegato, ieri sera a "porta a porta", che è necessario - ex lege - il "consenso informato" per le somministrazioni di elementi che prolunghino la vita a soggetti anche non coscienti. Poi si è parlato addosso circa frullati e minestrine. Immagino che domani verranno sottoposti formularii ai piccoli sordociechi della Lega del Filo d'oro di Osimo, o ai pluriminorati del Cottolengo. In caso di mancata sottoscrizione (ma forse è prevista anche una prova orale) i non correttamente informati saranno avviati ai forni? Ad majora ! Mengele riposi in pace, aveva visto lungo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi