cerca

La violenza e la speculazione politica

3 Febbraio 2009 alle 07:30

E’ preoccupante l’ondata di violenza che si sta abbattendo negli ultimi tempi su donne, bambini, extracomunitari ma, insieme, è preoccupante anche che questo diventi spesso terreno di speculazione politica. Proprio perché si tratta di un tema particolarmente delicato, occorre di volta in volta cercare di capire , oltre le dinamiche, anche le motivazioni reali che scatenano questi episodi ed evitare di buttarla sul politico, secondo la solita logica nostrana del “piove, governo ladro “. E’ stato dato fuoco ad un povero clochard indiano alla stazione di Nettuno e le dichiarazioni di molti politici hanno qualificato immediatamente questo atto come frutto del clima xenofobo che si respira nel Paese. Poco dopo , uno del branco, interrogato dalle forze dell’ordine, ha dichiarato che, in preda all’alcol e alla droga, ha dato fuoco insieme ai compagni allo sventurato indiano per procurarsi un’emozione forte . Lo stesso episodio era successo poco tempo fa a Bologna , questa volta ai danni di un clochard italiano. Questa motivazione, se così si può definire, non è certamente meno odiosa di quella xenofoba, ma è importante ribadirla per evitare che , facendo di ogni erba un fascio, si carichi il problema degli emigrati di ulteriori problematiche che non aiutano la soluzione del problema .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi