cerca

Scrittrici contro

2 Febbraio 2009 alle 16:15

L'articolo di Susanna Tamaro pubblicato giorni fa dal Foglio è stato segno di contraddizione e motivo di scandalo per molte persone. Una di esse è la prof. De Monticelli, che dimostra ancora una volta, con il suo articolo, anch'esso pubblicato sul Foglio, di essere schiava della menzogna medesima che ella denuncia. E di esserne a tal punto accecata, da non rendersi conto dell'incongruenza delle sue motivazioni. Un esempio fra tutti: secondo De Monticelli il valore della battaglia di Englaro sarebbe da riconoscere nel fatto "che appunto la volontà ultima delle persone E DI NESSUN ALTRO [sic!] possa iscriversi nel loro testamento, alla luce del sole, della coscienza e della libertà". Dove l'unico elemento oggettivo fra quelli citati è il sole, perchè libertà, coscienza e "volontà ultima delle persone e di nessun altro" non si capisce di chi siano, dato che la volontà di morire, per Eluana, è PRESUNTA da una terza persona, non se lo dimentichi, illustre signora. E poi mi spieghi, cortesemente, cosa significa la frase "l'assassinio di massa di uomini, donne e bambini VIVISSIMI"? Perchè Eluana come vogliamo definirla? Non vorremo mica noi, eroi della verità, anzi della Verità e dell'humana pietas, dell'uguaglianza e della democrazia, fare delle discriminazioni su vite di serie A e vite di serie B, quando ci ergiamo a difensori di ogni più sparuta minoranza e dei suoi - non importa se discutibili - diritti? Il guaio è che, quando si sguazza nella menzogna, non si riesce più a capire da che parte stia la verità. In conclusione, quindi: Signora Tamaro, per piacere, continui così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi