cerca

Non dare da bere agli assetati, vietare i burritos agli affamati

28 Gennaio 2009 alle 10:30

A quanto sembra il codice Rocco prevede che l’omicidio e l’omissione di soccorso siano reati. Come è possibile che un magistrato possa decretare che sia impedito a qualcuno di dare da bere ad una persona che non è in grado di farlo da sé? Come è possibile che il sindaco di Lucca vieti la somministrazione di burritos (asinelli), cous cous, pollo alla pechinese, nel centro storico della sua ridente cittadina, e la cosa sia rilevata come curiosa e non come mostruosa? Non sono queste le prove evidenti che viviamo in uno stato totalitario nel quale non ci sono limiti al potere e questo potere si presenta non solo come assolutamente totalitario, ma anche come totalmente strampalato, alla maniera essenzialmente italiana per cui l’eccezione è regola e dunque la regola di un potere assoluto eccezionale è quella di decretare quel cazzo che gli pare, quando gli pare, e come l’umore e la simpatia dell’accattivante pubblico sembra voler suggerire?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi